Cambi in vista nella formazione antiriciclaggio

La vigente disciplina antiriciclaggio prescrive un obbligo di formazione per il soggetto obbligato e per i suoi collaboratori. La necessità di una “formazione continua” costituisce uno dei punti caratterizzanti anche della proposta di Regolamento antiriciclaggio presentata dalla Commissione Ue il 20 luglio 2021. Capacità, conoscenze e competenze dei dipendenti dovranno essere sottoposti ad una valutazione del “Compliance Officer”. Analizziamo nel dettaglio le prospettive di riforma con specifico riferimento alla formazione.